L’ascensore

Settimana scorsa mi trovato a Pontresina con i colleghi di Seed, in quanto avevamo aiutato ad organizzare un evento con un’azienda quasi completamente di ingegneri.

Ad un certo punto stavo aspettando l’ascensore e davanti a me c’erano due dipendenti di questa azienda. Ed è lì che ho compreso, una volta di più, di quanto la vita viene vista da ciascuno con occhi diversi, a seconda dei propri punti di vista, delle proprie passioni: non sto dicendo che sia una cosa brutta e sbagliata, anzi, è il bello di essere ciascuno se stesso!!

I due ingegneri hanno iniziato a discutere sulla meccanica dell’ascensore, sulla sua portata, sugli ingranaggi… “Che gente strana, non han altro a cui pensare?” ho iniziato a dire io tra me e me… Ma in quel momento ho realizzato che io stesso stavo facendo tra me e me un altro ragionamento, circa l’algoritmo di scheduling dell’ascensore (ovvero con quale logica l’ascensore decide a che piano andare se più persone da più piani lo chiamano in contemporanea)… Se solo avessero sentito quel che pensavo avrebbero avuto la mia stessa reazione!

Ma il mondo è bello perchè ciascuno è diverso e unico!!!

1 Comment

Reply Cancel

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Archivio

Back to Top