Akawaba St. Matthew’s Clinic

10530778_10154398642285652_2804590194499642917_nEccola la piccola clinica St. Matthew, ad un’ora di distanza da Sunyani, da cui deve partire il progetto ICE di gestione e condivisione dei pazienti.

Una sola ala è operativa ad oggi, mentre le altre due, già costruite, sono ancora da allestire, per poter così richiedere l’autorizzazione e richiedere un dottore di ruolo. Ad oggi è infatti gestita da quattro fantastiche sisters indiane che vivono per i loro pazienti: lo scorso mese hanno avuto una media di 200 pazienti al giorno… fate voi un po’ di conti di quanto debbano correre!!

Scopo del giro è stato quello di toccare dal vivo la realtà della St. Matthew e di capire l’usabilità della piattaforma ICE che stiamo realizzando come Seed, e la potenzialità di espansione della stessa.

Purtroppo bisogna constatate che la connessione avviene tramite SIM dati, lenta ed abbastanza costosa: pensare che hanno un’antenna satellitare donata dal governo Ghanese che possono però solamente utilizzare per la gestione delle assicurazioni dei pazienti, non per altro…!

Altri problemi derivano dalla quantità di pazienti che vi ruotano intorno, e dall’impossibilità di prescrivere medicinali “a distanza” via web.

L’idea è comunque bella e funzionale, bisogna aggiustare un po’ il tiro e sistemare un po’ di cose prima: stiamo ad esempio anche ragionando di trasformare il tutto in una APP utilizzabile off-line, che permetta di girare per i paeselli, segnarsi i casi di malattia, per poi girarli a fine giornata all’ospedale, così da decidere se e come muoversi. Domani sera board meeting per decidere quale strade seguire.

E stasera si parte per la parrocchia di fr. Thomas, dove domani ci attende la messa e l’incontro con i bimbi per cui abbiamo portato giochi e vestitini!

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Archivio

Back to Top