Vi racconto una storia!

1988-1Ho proprio voglia di raccontarvi una storia oggi, una storia proprio bella… anzi, la più bella! 

…e come ogni storia che si rispetti, inizia con “c’era una volta…“, nel lontano 1988, un ragazzino di 4° elementare, che chiameremo Teo, che, con la sua famiglia, andò per un periodo ad abitare in un regno molto, molto, molto lontano, il Perù. Ancora non sapeva che quello sarebbe stato il primo di moltissimi viaggi alla scoperta del Mondo, e viveva quel suo viaggio con la curiosità ed il desiderio di scoperta, imparando che il Mondo è bello da qualsiasi angolatura lo si veda.

Tra i molti amici incontrati, ancora non sapeva che ce ne sarebbe stato uno, anzi, unA, che gli avrebbe cambiato la vita: e qui, come ogni buona storia, fa ingresso la principessa della storia!
Viveva infatti nello stesso castello – per chi c’era può confermare che non era una villa quella, era un castello! – una giovane signora con la sua piccola creatura, una vivace e sorridente bimba che chiameremo Celeste.

I nostri due eroi vissero fantastiche avventure insieme in quel periodo, a cavalcioni di un gonfiabile in piscina, correndo con le pistole ad acqua nel giardino, conoscendo le meraviglie del Perù, mangiando ceviche de caballa y chicha con il loro amico Paulino… sorridenti, felici!!

Come ogni bella favola, venne però il giorno in cui il giovane eroe doveva rientrare nella sua terra… e senza rendersene molto conto – Internet, WhatsApp o Skype erano ancora un sogno lontano -, le loro strade presero direzioni diverse: chi girando il Mondo, scoprendolo e portando la propria esperienza, chi formando frotte di piccoli bimbi e preparandoli alla vita con professionalità e coraggio…

Ma che storia malinconica…” direte voi! Aspettate, non è ancora finita!!

Sì, perché tra i suoi viaggi, il giovane – ormai non più troppo giovane – eroe, un giorno ritrovò la strada per quel regno molto, molto, molto lontano, e come per magia, l’ultimo giorno prima di rientrare scoprì che poteva rincontrate la sua amica d’infanzia, mangiando nuovamente insieme un ceviche de caballa, bevendo una chicha e camminando per chilometri, ricordando i bei momenti trascorsi insieme, raccontandosi la propria vita, per ore e ore…

Fortunatamente in tempi moderni la partenza non voleva più dire “addio”, le mail, Facebook, Skype sono marchingegni magici e il giovane non più giovane le promise che sarebbe tornato a trovarla, cercando in tutti i modi di farlo, rimanendo comunque in contatto, continuando a raccontarsi e a conoscersi sempre meglio.

Le storie che si rispettino hanno sempre anche la fatina magica, e dunque eccola: la chiameremo UDEP, una fatina magica molto “universitaria” che richiamò il non più troppo giovane a tornare in quel del Perù, permettendogli di rincontrare la sua principessa.

Nacque così un Amore grande, che riempì il tempo e gli oceani, che era scritto da sempre e serviva solo rendersene conto! Un Amore fatto di felicità, gioia, ma anche sudore e preoccupazioni, ma SEMPRE insieme…
…nella buona e nella cattiva sorte!

E così la storia si conclude, per iniziarne una ancora più bella con gli stessi protagonisti, e poi un’altra ancora più bella……………. ma di queste ci sarà modo di raccontarvi!!

1 Comment

  1. Hermoso -  10 luglio 2015 - 21:23

    Felicidades chicos prueba real de que el amor si existe

    Rispondi

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Archivio

Back to Top